Tratto da www.vanityclass.it!


L’ex manager di Pamela Prati con il cantautore domenicano tra i locali della movida milanese

Eliana Michelazzo a Milano in compagna di Bryan Jimnz

L’ex manager di Pamela Prati, indiscussa protagonista del Prati Gate, scandalo legato all’inesistenza di Mark Caltagirone, meglio conosciuto come lo sposo fantasma, è stata immortalata con il cantautore dominicano tra i locali della movida milanese. I due sono stati paparazzati nei pressi di via Lecco con alcuni amici prima delle 24:00, ma poi hanno continuato la serata da soli fino alle 2 e 30 circa.


Le foto li ritraggono vicini, è notte fonda e si presume i due stiano rientrando in hotel. 



Chi è Bryan Jimnz il cantautore immortalato con Eliana Michelazzo?

Bryan Jimnz, nome d’arte di Bryan Jimenez, è un cantautore, musicista, arrangiatore e produttore dominicano specializzato in Pop Latino e Urban Music.

Nato nel 1995 nella città di Higuey (Repubblica Dominicana), è cresciuto immerso nella musica. Figlio di genitori cantanti e musicisti, ha vissuto la sua infanzia in un ambiente in cui si scontravano più generi musicali. Sin da piccolo dimostra una forte passione per la musica e un gran talento nell’apprendere velocemente e suonare vari strumenti.

Incoraggiato dal padre, studia con impegno e impara l’arte del pianoforte. In breve tempo diventa uno dei più noti musicisti e arrangiatori della sua città. La musica di Bryan Jimnz spazia tra vari generi musicali, come Jazz, Blues, musica classica, Merengue, salsa, salsa classica e moderna. A diciannove anni si stabilisce in Italia dove nel tempo libero inizia a scrivere e comporre canzoni.

Non smette mai di sognare un futuro da cantante ed è proprio qui che inizia a pensare di mettere in piedi un proprio studio musicale. Data la mancanza in Italia di studi di registrazione dedicati alla musica latina, diventa anche un mixing engineer e produttore musicale. Inizia così a produrre la propria musica, per lo più di genere latin pop e urban, con variazioni e contaminazioni musicali americane ed europee.

Quando scrivere è come una carezza, quella che avremmo voluto ricevere o ci aspettiamo, ma non arriva. Scrivere per Silvana Pinto è la sua forza, l’ha aiutata a superare dei momenti tortuosi della vita donandole serenità.

Dal suo esordio letterario con Non ho altro che me del giugno 2019, sono seguiti Perché ti ho voluto, Io sono ancoRa qui e Basta guardarsi dentro. Ora, presenta in un cofanetto la trilogia della storia e dell’evoluzione di Rebecca, la donna fragile e allo stesso tempo consapevole di avere tra le mani la chiave per aprire la porta che la condurrà verso una nuova città: una nuova vita.

Ecco, Silvana Pinto ci racconta questa esperienza di scrittrice e di vita.

 

Partiamo dall’inizio: quando arriva l’intuizione della realizzazione del suo primo libro?

 

“Ho sempre avuto la passione e il pensiero per la scrittura. Sentire dentro che qualcosa va messo nero su bianco e poterlo realizzare spesso può passare anche molto tempo. Nel mio caso, la prima volta che ho sentito la necessità di mettere giù delle pagine è arrivata a vent’anni. Poi, per tanti motivi e non era sicuramente il momento, ho abbandonato l’idea di scrivere un libro.

C’è stato un giorno, negli ultimi anni, dove ho sentito l’impellenza di prendere carta e penna e tirare fuori tutto quello che avevo dentro, così ho dato vita al mio primo romanzo Non ho altro che me, edito nel giugno del 2019”.

 

Scrivere un libro è dare vita a un personaggio che spesso ci somiglia. Quanto di autobiografico c’è nei suoi romanzi?

 

“Il personaggio di Rebecca è Silvana, la donna che ha avuto il coraggio di ricominciare dopo aver provato sulla sua pelle tanto dolore e averlo trasformato in una nuova vita, cui sicuramente prendo ispirazione ogni giorno.

Infatti, in Non ho altro che me la sua storia si evolve, riesce addirittura a realizzare il sogno della maternità e affronterà nuove prove”.

 

Quanto le ha dato in termini di gratificazione e completezza il personaggio di Rebecca?

 

“Tanto. Nel settembre 2019, con Non ho altro che me, ho ricevuto il premio Angelo Rizzoli “Premio donna in letteratura”; soprattutto Rebecca mi ha dato il coraggio e la forza di uscire da un lungo periodo buio della vita, dilottare e di credere in me stessa”.

 

A chiudere il cerchio c’è Basta guardarsi dentro, che fa parte della trilogia e del nuovo cofanetto, ora cosa farà?

 

Raccontare la storia di Rebecca nel tempo, ora aveva bisogno di essere raccolta in un cofanetto, così il lettore l’ha completa.

Sono felice di aver realizzato un sogno, quello di scrivere. Ora, la strada davanti è lunga e c’è tutto un nuovo percorso per consolidare la mia carriera.

In questo periodo sono all’opera con un nuovo libro, una storia diversa e dovrei terminarlo entro l’autunno.

Scrivere ha liberato quella parte di me che era ingabbiata, soprattutto mi ha dato nuovi strumenti per amarmi.

Inoltre, ringrazio di cuore la Maple Agency per quest’opportunità di crescita. Sono certa che mi aiuteranno e mi supporteranno in questa mia passione che da qualche anno coltivo ma che ho sempre avuto nel cuore. Sono certa che con la loro professionalità riusciremo tutti a crescere, soprattutto io, e a fare insieme grandi cose.

Grazie, grazie veramente di cuore alla Maple Agency”.

Tratto da tgcom24!

Immagini ad alto tasso erotico per la showgirl e il calciatore

A un soffio da un milione di follower, Alessia Macari incanta tutti. In vacanza alle Maldive con il marito calciatore Oliver Kragl, la showgirl posta foto intriganti in bikini in piscina e in spiaggia vestita di striminziti due pezzi che mettono in risalto il suo fisico mozzafiato. Avvinghiamenti, abbracci e baci surriscaldano le acque maldiviane e le immagini della “ciociara” in vacanza sono da svenimento.

In costume o in abiti da sera, in tenuta ginnica o sportiva, la Macari è sempre strepitosa e il suo décolleté strabordante e le sue curve da capogiro tengono i follower incollati allo schermo. I like piovono e i complimenti si sprecano e Alessia si diverte a far girare la testa. Tra le braccia di Oliver è uno schianto e tra i due la passione è alle stelle. “Tutto quello che posso immaginare, voglio fare con te” scrive il calciatore a corredo di una foto in cui la coppia si scambia baci appassionati. “Tu sei il re del mio cuore” replica lei in una Stories. La spiaggia per loro è un paradiso terrestre…

La campagna delle vaccinazioni ha subito dei rallentamenti, a causa delle scorte e del dubbio circa gli effetti post inoculazione sui pazienti, di alcuni vaccini.
Ora, che le strategie sono tutte dispiegate e il nostro capo del governo, in una delle ultime conferenze stampa ha rassicurato la sua premura nel far tornare il Bel Paese alla normalità, quindi avviarlo verso la riapertura, occorre recuperare il tempo svanito nei vari tentativi fatti.
Ecco, il direttore sanitario e fondatore di Hospitatella Medicina e Chirurgia estetica, il Dottor Carlo Gobbo dentista, ancora una volta sollecita il sistema e conferma la prontezza nel voler scendere in campo e dare un forte contributo a questa campagna vaccinale.
In particolare, il Dottor Gobbo dentista pone l’accento su come ancora non è stato coinvolto lo staff a livello nazionale degli odontoiatri, che possono essere un prezioso contributo per le vaccinazioni.
È il momento di dare la scossa e togliere il fiato a questo virus, si può fare anche con il contributo degli odontoiatri, che hanno ambulatori autorizzati, forniti di attrezzatura e preparazione per affrontare qualsiasi emergenza. 
Inoltre, gli odontoiatri possiedono l’informatica e le anagrafiche dei pazienti, cosa che manca ai farmacisti.
Hospitatella è idonea a contribuire in questa fase così decisiva per far uscire il nostro Paese dal Coronavirus.
Ancora una volta, il Dottor Carlo Gobbo dentista si rivolge alla popolazione e alle autorità per far leva su questo importante tema, affinché i direttori sanitari siano autorizzati a partecipare alla campagna vaccinale. 

 

 

Tratto da www.vanityclass.it!

 

L’attrice non ha alcuna intenzione di conformarsi agli irrealistici diktat estetici del cinema e dice no al ritocco digitale.

Kate Winslet paladina body-positive. Lei, che si batte da anni per le donne e con le donne, ha detto un secco no. No all’intervento in postproduzione per ritoccare la sua immagine. L’attrice non ha nessuna intenzione di apparire perfetta e per questo si è battuta per mantenere una scena hot nella quale si vedeva la sua pancetta in una scena di “Mare of Easttown”. Nel film interpreta Marianne, una detective che indaga su un omicidio: “È una donna perfettamente funzionante e imperfetta, con un corpo, un viso e un modo di muoversi che rappresentano la sua età, la sua vita e il luogo da cui proviene. Ci manca tutto questo”, dice del suo personaggio. Mentre, a proposito della sua battaglia, non ha dubbi: “Preferisco apparire come sono davvero”.

Kate ha rilasciato un’intervista al New York Times, nella quale ha fatto sapere che il regista Craig Zobel le ha detto che avrebbe rimosso “una parte di pancia gonfia” in una scena. “Non osare!” ha risposto lei.

La stessa Winslet ha preteso anche che venisse modificato il poster del film poiché il suo viso era stato ritoccato. “Ragazzi, so quante linee ho intorno agli occhi. Per favore, rimettetele tutte a posto”, ha detto la 45enne.

L’ex star di Titanic, poi ha spiegato: “Quello che mi preoccupa è che i volti sono belli. I volti che cambiano, che si muovono, sono volti belli, ma abbiamo smesso di imparare ad amare quei volti perché continuiamo a coprirli con filtri a causa dei social e chiunque può photoshoppare se stesso. Non vedo questa generazione cambiare, e mi rende solo triste perché spero che non manchino di essere presenti nella vita reale, senza puntare a ideali irraggiungibili”.

Non è la prima volta che Kate Winslet si erge a paladina della body positivity, così come hanno fatto anche molte altre celeb. Già nel 2015, ad esempio, aveva inserito nel contratto con l’Oreal una clausola che vietasse all’azienda l’utilizzo di Photoshop nelle sue campagne pubblicitarie. “Abbiamo una responsabilità per le giovani generazioni di donne”, aveva asserito. In un’altra occasione, invece, aveva dichiarato: “Da bambina non ho mai sentito una donna dire ‘io amo il mio corpo’. Non lo ha fatto mia madre, mia sorella maggiore, né la mia migliore amica. E’ difficile sentire una donna dire: ‘sono così orgogliosa del mio corpo’. Dunque ho deciso di dirlo io a mia figlia, perché la percezione dell’orgoglio di sé e del proprio corpo deve cominciare presto”.

News

Belen Rodriguez sempre più sexy!
Sabato, 18 Agosto 2018
Belen Rodriguez e Andrea Iannone in barca al largo di Ibiza sempre più innamorati, con loro il fratello e un gruppo di amici. Belen più sexy che... Read More...
Fabrizio Corona prova a riconquistare Silvia!
Venerdì, 10 Agosto 2018
Secondo quanto riporta il settimanale Oggi, Fabrizio Corona legato alla giovane Zoe Cristofoli, entrerà nella casa del Grande Fratello Vip, non come... Read More...
Fabrizio Corona in love!
Mercoledì, 29 Agosto 2018
Fabrizio Corona sta ricostruendo pian piano la sua vita. Dopo la rottura con Silvia Provvedi, ricomincia dagli affettifamigliari, riportando pace nel... Read More...
Fabrizio Corona e le sue verita!
Sabato, 26 Maggio 2018
Oggi Fabrizio Corona per la prima volta in tv dopo la scarcerazione, ospite della bellissima Silvia Toffanin a Verissimo, racconta le sue verità e... Read More...
La Regina del needle felting
Lunedì, 21 Dicembre 2020
Tutto è nato dall’amore e dall’affetto per il suo gatto che non c’è piu’; Marina Bortoluzzi ha scoperto questa tecnica e si è... Read More...

Most Read Posts